Russia

Sette giorni a Mosca e San Pietroburgo

Una volta Winston Churchill disse: "La Russia è un indovinello avvolto in un mistero all'interno di un enigma". Sia che arriviate durante le Notti bianche estive o durante il meraviglioso inverno ammantato di neve, il Paese è una forza da non sottovalutare, ed è il genere di posto che sarete stupiti di non aver scoperto prima.

Prenota o personalizza questo Viaggio da Sogno. Contattaci al numero 800 822 005 (dall'Italia) o clicca qui per il Centro Prenotazioni a te più vicino.

Giorni 1-3: Mosca

Al vostro arrivo a Mosca, rigeneratevi con un'escursione a piedi alla volta della storica Piazza Rossa e ammirate l'iconica Cattedrale di San Basilio (saltate il tetro e turistico Mausoleo di Lenin). Quando fa freddo, seguite i moscoviti benestanti al grande magazzino G.U.M., con il suo incredibile soffitto a volta di vetro. Per sfoggiare un look invernale adatto alla Russia, visitate lo showroom di sontuose pellicce di Helen Yarmak e ne uscirete vestiti come un personaggio de Il dottor Zivago. Cenate nel ricercato Vogue Café.

Cominciate il secondo giorno nella Piazza delle Cattedrali del Cremlino e visitate la Cattedrale di Santa Maria Assunta, dove gli zar venivano incoronati; il Museo dell'Arsenale, in cui sono conservate le uova di Fabergé; le mura ricoperte di icone del Palazzo del Patriarca; la Cattedrale dell'Arcangelo Michele e gli splendidi giardini del forte. Quindi, passate alle Cripte di diamante, che comprendono lo scettro di Caterina la Grande. In serata, cenate al Cherdak, che si trova nell'attico di una storica villa su Kuznetsky, e assistete a uno spettacolo al Teatro Bolshoi, recentemente ristrutturato. Se preferite cenare dopo il teatro, recatevi al Café Pushkin, aperto 24 ore su 24 e ispirato a una casa privata del XIX secolo, che serve classici piatti della tradizione russa.

Anche se visitate Mosca con un'auto con autista, potete fare una piccola deviazione per visitare una delle magnifiche stazioni della metropolitana della città, molte delle quali contengono decorazioni e lampadari originali. Durante la vostra ultima mattina a Mosca, fate un giro alla Galleria Tret'jakov, che vanta una delle più grandi collezioni al mondo di arte russa, dal Medioevo fino ai giorni nostri. Per un assaggio della nuova Mosca, dirigetevi verso l'ex fabbrica di cioccolato Ottobre Rosso, oggi un punto di ritrovo contemporaneo con ristoranti alla moda, come il moderno Bar Strelka, che vanta un'incredibile vista sulla città, o il Bontempi, il cui chef utilizza ingredienti locali russi per creare piatti dal sapore italiano. Gli appassionati d'arte non possono perdersi il Centro di arti moderne Garage di Daria Zhukova.

Giorni 4-7: San Pietroburgo

Il treno veloce da Mosca impiega quattro ore per arrivare a San Pietroburgo, un viaggio che passerà in fretta leggendo la biografia di Caterina la Grande di Robert K. Massie Catherine the Great: Portrait of a Woman, un'introduzione fondamentale al personaggio più vivace della famiglia reale russa. All'arrivo, trovate i vostri punti di riferimento con una breve visita della città, con particolare attenzione alla Statua del cavaliere di bronzo dedicata a Pietro il Grande, allo Strelka e alla grandiosa Prospettiva Nevskij, la via dello shopping più importante di San Pietroburgo. Cenate presso il ristorante più antico della città, il Palkin, dove potrete assaggiare la specialità della casa, il borsch.

Il secondo giorno dovrebbe iniziare con una gita in campagna, con la prima tappa alla Reggia di Pavlovsk, una residenza imperiale che risale al XVIII secolo. Fermatevi per pranzo presso il ristorante locale BIP nel villaggio di Pavlovsk e quindi visitate il Palazzo di Caterina (già noto come Palazzo di Pushkin), che ospita la famosa Sala d'ambra. Se vi resta un po' di tempo, andate verso ovest e visitate la Reggia di Peterhof. Tornati in città, cenate al Mansarda, che gode di una vista spettacolare sulla cattedrale di Sant'Isacco.

Trascorrete almeno una mezza giornata all'Hermitage, il complesso commissionato da Caterina la Grande per conservare la collezione d'arte reale, una delle più straordinarie del mondo. Se si impiegassero trenta secondi per ammirare ciascuna dei 3 milioni di tesori che vi sono conservati, si impiegherebbero quasi tre anni per vedere tutto. Tra gli elementi principali ricordiamo la Stanza d'oro e le 30 sale di arte italiana dal XIII al XIX secolo. (Suggerimento: prenotate in anticipo i biglietti on-line per saltare le lunghe file al museo.) Dopo questa lezione di storia, cercate la scena artistica contemporanea della città presso le gallerie Loft Project Etag ed Erarta e al Nory Museum.

Tornate in hotel per cambiarvi d'abito e prepararvi a una serata formale con uno spettacolo di danza al Teatro Mariinsky. Lo storico edificio, precedentemente noto come Teatro Kirov, è il luogo in cui Ciajkovskij debuttò con il suo Lo Schiaccianoci e la cui compagnia di balletto rimane una delle più acclamate del mondo.

Durante il vostro ultimo giorno a San Pietroburgo, visitate il Palazzo di Yusupov, famoso per essere il luogo in cui avvenne l'omicidio di Rasputin, e la Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato. Concludete il pomeriggio al mercato Kuznechny, dove turisti e abitanti del posto acquistano miele, sottaceti e spezie. Dirigetevi verso il LowFat Studio e il Lyyk Design Market per dare uno sguardo alle ispirazioni funky del design russo. Per la vostra ultima serata in Russia, durante i mesi invernali potete cenare presso l'accogliente e divertente Sadko e fare un giro in slitta per ritornare al vostro hotel. Nei mesi più caldi, salite a bordo del Volga-Volga, un ristorante situato su un battello che percorre i canali di San Pietroburgo, e ammirate questa bellezza russa illuminata.

close
Dove vuoi andare?

Selezionare la data di arrivo

Selezionare la data di check-out

Cerca
  • Camera:

Chiudi