Immersioni a Zante

Il proprietario e amministratore delegato del Lesante Blu Exclusive Beach Resort svela i luoghi imperdibili della sua adorata isola

Dionysis Vithoulkas

Proprietario e amministratore delegato, Lesante Blu Exclusive Beach Resort

“Sono nato nel settore alberghiero”, afferma Dionysis Vithoulkas, il cui padre emigrò in America ma tornò in Grecia quando Dionysis aveva solo sei anni. Suo padre e suo zio aprirono il loro primo hotel - allora chiamato Poseidon - nel 1986. Dopo oltre vent'anni, Dionysis e suo fratello Kostas si sono uniti all'azienda di famiglia e hanno inaugurato il loro primo resort sull'isola di Zante (la “Zacinto” cantata dal Foscolo). “Zante è un'isola verdissima con spiagge fantastiche”, spiega Dionysis. “Ma non ha niente a che vedere con lo stile di vita di Mykonos”, aggiunge. “Qui si vive un'esperienza più tradizionale, con un'atmosfera rilassata, spiagge e natura selvaggia”.

L'isola ha una storia travagliata. Il suo nome deriva da un antico capo arcadico e passò di mano molte volte nel corso dei secoli, governata prima dagli Ateniesi, poi dai Romani e da varie dinastie italiane, tra cui la Repubblica di Venezia, prima di essere ceduta ai francesi, diventare un protettorato britannico e infine tornare a far parte della Grecia nel 1864.

Dionysis Vithoulkas, proprietario e amministratore delegato, Lesante Blu Exclusive Beach Resort.

Suggerimenti locali

Esplorate Zante con il proprietario e amministratore delegato di Lesante Blu, Dionysis Vithoulkas

Anche se vive a Zante da più di trent'anni, Dionysis ama ancora scoprire spiagge sconosciute, baie e altre perle nascoste. Quando non gestisce le operazioni quotidiane del resort, adora rilassarsi nella piscina a sfioro - che, dice, appare nella stragrande maggioranza delle foto che gli ospiti pubblicano su Instagram - ed esplorare gli incantevoli villaggi dell'isola, i sentieri di campagna e le magnifiche spiagge. Qui, il proprietario e amministratore delegato del resort condivide i suoi luoghi preferiti dell'isola dove vive.

Prelibatezze greche tutte da gustare

Dal caffè mattutino a una cena romantica con vista

La cucina greca è famosa per i suoi ingredienti freschi e di qualità e per i sapori mediterranei, quindi a Zante potete certamente aspettarvi un'ottima cucina. Iniziate la giornata nel modo giusto con un forte caffè greco a Loucha, un villaggio incontaminato tra le montagne. C'è solo un caffè in città, quindi non potete sbagliarvi. Quando siete pronti per il pranzo, raggiungete il villaggio di Volimes, sulla costa settentrionale. Il ristorante Nobelos Bio (Agios Nikolaos; +(30) 269 503 1400) propone cucina biologica, affacciato su una spiaggia rocciosa. “Raccomando la moussaka, un piatto tipico greco, e il pesce fresco”, afferma Dionysis.

Per una cena romantica, consiglia Aperitto (615 Agios Sostis; +(30) 269 505 5358) nella parte meridionale dell'isola. Questo ristorante sul mare serve specialità greche e mediterranee, come le cozze al vapore con zafferano e ouzo, le bruschette con pomodori e feta e il carpaccio di polpo. Un'altra ottima scelta è la Taverna Votsalo (Marathias; +(30) 269 504 8044) nella frazione balneare di Marathias, che serve cucina tradizionale greca in un ambiente rilassato. “È un'area molto verde con una fantastica vista sul mare”, spiega Dionysis.

La vista dal patio esterno del ristorante Nobelos.

Un paradiso bagnato dal mar Ionio

Esplorate le migliori spiagge sabbiose e cale rocciose

Ci sono così tante spiagge meravigliose che è difficile scegliere le più belle, ma alcune si distinguono. Da visitare assolutamente è Navagio, o spiaggia del naufragio (Anafonitria), uno dei luoghi preferiti di Dionysis sull'isola. “Anche per me che ci vivo, ogni volta è una sensazione straordinaria”, confessa. “Quindi posso capire perché la gente l'adora”. Si dice che la nave, arenatasi nel 1980 e rimasta bloccata nella sabbia, contrabbandasse sigarette e altra merce. Quale che sia la verità, è indubbiamente uno dei luoghi più fotogenici dell'isola. Lesante Blu organizza escursioni in yacht privato a Navagio e alle grotte blu, nella parte nord dell'isola. Potete aggiungere una fermata a Marathonisi, un'isola protetta al largo delle coste di Zante dove le tartarughe migrano dall'Africa per qualche mese durante l'estate.

Se cercate una spiaggia incontaminata con annesso beach club completo di ombrelloni, sedie a sdraio, servizio bar e boutique, Dionysis consiglia Porto Azzurro (Vassilikos; +(30) 269 503 5217). “Si trova nella parte sud-est dell'isola in un'area chiamata Vassilikos con bellissime acqua cristalline”. Per rimanere attivi durante le vacanze, Dionysis suggerisce di praticare sport acquatici a Banana Beach (Vassilikos), dove sono disponibili varie attività, come parapendio, moto d'acqua, snorkeling e vela.

Vista sulla spiaggia del Navagio.

La storia prende vita

Addentratevi nella storia dell'isola e conoscete il suo cittadino illustre, autore dell'inno nazionale greco

Dal Museo Bizantino al Museo Navale, la città di Zante è disseminata di musei dove potrete conoscere l'interessante storia dell'isola. Dionysis consiglia di visitare Piazza Solomos, dove il Museo Solomos e Kalvos (15 Piazza San Marco; +(30) 269 502 8982) racconta la storia dell'isola e di Dionysios Solomos, il poeta che ha scritto l'inno nazionale greco. Potete visitare anche Lofos Strani (Bochali), la collina dove Solomos sentì il fuoco dei cannoni durante la guerra tra greci e turchi, che ispirò il testo dell'inno.
Le numerose chiese dell'isola ne rivelano le influenze multiculturali. La cattedrale di San Dionisio (1 Markovitz; +(30) 269 504 3805), è la più grande chiesa greco-ortodossa di Zante, costruita in onore del santo patrono dell'isola. In Piazza San Marco, potrete visitare l'unica chiesa cattolica dell'isola, un ricordo dei giorni in cui Zante era sotto il dominio italiano.

Cattedrale di San Dionisio, la più grande chiesa greco-ortodossa di Zante.
Continua a leggere
close
Dove vuoi andare?

Selezionare la data di arrivo

Selezionare la data di check-out

Cerca
  • Camera:

Chiudi