Meraviglie del Mediterraneo

Un insider maiorchino attraversa l'isola per raccontarne la storia secolare

Carlos Bofill

Responsabile della Divisione Camere, Gran Meliá de Mar

Cosa ci vuole per essere un bravo responsabile della divisione camere dell'hotel Gran Meliá de Mar, sulla costa sud-occidentale di Maiorca? Carlos Bofill, che ha vissuto la maggior parte della sua vita nella più grande delle isole Baleari, lo sa meglio di chiunque altro. Oltre alla profonda conoscenza del luogo, si concentra sull'attenzione agli ospiti, molti dei quali tornano ogni anno, anticipando le loro esigenze, e un servizio eccezionale, il tratto distintivo di una vera proprietà di lusso.

Carlos, nato a Barcellona, ​​ha iniziato la propria carriera a Maiorca, dove ha completato gli studi in Accoglienza turistica e ha iniziato a fare esperienza negli hotel Meliá. Primo hotel a cinque stelle della catena, il Gran Meliá de Mar rappresenta una proprietà singolare sia per il Gruppo Meliá che per Maiorca. Carlos lo conosce a menadito, poiché fa parte di un team che ne ha supervisionato la ristrutturazione e la trasformazione.

Carlos Bofill, responsabile della divisione camere presso il Gran Meliá de Mar.

Suggerimenti locali

Scoprite Maiorca con il responsabile camere, Carlos Bofill

Maiorca è ricca di storia, cultura e tradizione e possiede una bellezza naturale eccezionale. Carlos vi risiede da tempo e usufruisce dell'isola tutto l'anno, delle sue spiagge di sabbia bianca, dei pasti nei ristoranti sul mare, delle uscite in barca a vela e dei tramonti a Sa Foradada sulla costa settentrionale. Carlos sarà la vostra guida alla sua amata isola, piena di luoghi ed esperienze che sicuramente lasceranno ricordi indelebili.

Antiche scoperte

Visita al centro storico di Palma

Prima dell'occupazione romana, Maiorca fu colonizzata da altre popolazioni, tra cui i fenici. Oggi Palma, una capitale moderna e vivace, conserva il suo suggestivo centro storico, il “casco antiguo”, un labirinto di stradine e resti del suo passato moresco, tra cui bagni arabi e antiche case padronali con giardini lussureggianti. Qui c'è anche la maestosa cattedrale di Santa Maria, comunemente detta La Seu (Plaza Almoina; +(34) 902 022 445), adiacente al Palazzo Reale dell'Almudaina (Carrer del Palau Reial; +(34) 971 21 41 34), la residenza estiva ufficiale dei monarchi spagnoli, originariamente una fortezza araba, riconvertita in castello nel XIV secolo per volere di Giacomo II. Nelle vicinanze si trova il magnifico chiostro gotico, con alberi di agrumi e palme, della duecentesca Basilica di Sant Francesc (7 Plaça de Sant Francesc; +(34) 971 712 695).

Tesoro spagnolo

Picasso e Plensa in luoghi inaspettati

Es Baluard (10 Plaça de la Porta de Santa Catalina; +(34) 971 90 82 00), un museo d'arte moderna e contemporanea, incastonato in modo sorprendente all'interno delle mura rinascimentali di un bastione, ha una collezione che comprende Joan Miró, Picasso, Antoni Tàpies, Jaume Plensa, l'artista maiorchino Miquel Barceló e Rebecca Horn. La torre di avvistamento offre ampie vedute della baia di Palma. Visitare il Museo della Fondazione Juan March (11 Sant Miquel; +(34) 971 71 35 15) è come entrare in una residenza del XVII secolo, sebbene sia ricca di superbe opere spagnole del XX secolo, tra cui dipinti di Juan Gris e Salvador Dalí e una vasta collezione di stampe di Picasso.

Sapori da non perdere

Un'isola ricca di prelibatezze

Per un'introduzione ai sapori e alle tradizioni della gastronomia maiorchina, con un tocco contemporaneo, dovreste cominciare con Ristorante Arrels di Marga Coll presso il Gran Meliá de Mar. Sempre in hotel, poche esperienze possono essere romantiche o memorabili, come una cena privata in riva al mare. Altrove a Maiorca, il ristorante Zaranda è rinomato per l'innovativa cucina dello chef Fernando P. Arellano (Castell Son Claret, Km. 1,7 Carretera Capdella; +(34) 680 60 25 80) e si trova all'interno di in un castello risalente del XV secolo, tra le colline della Sierra de Tramontana. Luoghi meno formali a Palma sono Es Forn de Sant Joan (4 Carrer de Sant Joan; +(34) 971 728 422) famoso per le tapas, il bar sempre molto frequentato e le invitanti sale da pranzo. Inaugurato di recente, Vandal (15 Plaça del Progrés; +(34) 871 045 174) offre un menu che riflette i sapori dell'Asia, del Sud e del Nord America, nonché influenze spagnole. Per gli amanti del pesce, Ola de Mar (1 Carrer Vicario Joaquín Fuster, Portixol; +(34) 971 274 275) lungo la costa o Peix Vermell (1 Carrer Montenegro; +(34) 971 079 374) nel casco antiguo servono alcuni dei migliori piatti della città. Infine, non potete lasciare Maiorca senza provare l'ensaimada, il dolce tipico maiorchino, o un gustoso gató (torta di mandorle) accompagnato dal gelato alle mandorle da Ca'n Joan de S'aigo (10 Carrer Can Sanc; +(34) 971 710 759).

Fughe nella natura

Cime e valli nella Tramuntana

Preparate un pranzo al sacco per una passeggiata o un'escursione lungo uno dei tre sentieri della Serra de Tramuntana, catena montuosa dichiarata patrimonio mondiale dell'UNESCO. Ci sono panorami spettacolari ad ogni svolta dai belvedere lungo un paesaggio definito da sentieri, terrazze, muri in pietra e torri di osservazione. Villaggi come Valldemossa e Deià premiano l'introspezione: la prima, sede della Cartoixa de Valldemossa (La Cartoixa, Plaça de la Cartoixa; +(34) 971 612 106; cartoixadevalldemossa.com) dove il compositore Frédéric Chopin, accompagnato dalla scrittrice George Sand e i suoi figli vissero nel 1838. A Deià troverete La Casa de Robert Graves (Carretera Deià a Sóller, Deià; +(34) 971 63 61 85), ex domicilio dell'omonimo scrittore britannico. In alto tra le montagne sorge il suggestivo Santuario di Lluc (1 Plaça dels Peregrins, Escorca; +(34) 971 871 525), monastero medievale e luogo di pellegrinaggio, considerato il centro spirituale di Tramuntana.

Via mare o via terra

Un tour della costa e della città

Ogni estate, nelle acque vicino al Gran Meliá, si svolge la Copa del Rey, che parte dal Real Club Náutico de Palma (Muelle de San Pere). La regata, a cui partecipano imbarcazioni provenienti da tutto il Mediterraneo, richiama 140 squadre da quasi 25 Paesi. Re Filippo VI, appassionato velista e membro della squadra olimpica spagnola del 1992, e i membri della famiglia reale spagnola sono sempre presenti a questa competizione. A settembre, la Mallorca Classic Week presenta una sfilata di automobili, dalle cabriolet alle vetture sportive. I partecipanti partono da Port Adriano, a circa 20 minuti dall'hotel, e percorrono le strade e le litoranee dell'isola a bordo di veicoli storici, tra cui spiccano una Rolls Royce Phantom II, una Mercedes Benz Cabriolet del 1950, una Jaguar del 1968 e una Corvette Stingray, per la gioia di visitatori e residenti.

Copa del Rey
Continua a leggere
close
Dove vuoi andare?

Selezionare la data di arrivo

Selezionare la data di check-out

Cerca
  • Camera:

Chiudi