Germania meridionale, Monaco e le Alpi bavaresi

Sette giorni nella Germania meridionale, da Stoccarda alle Alpi bavaresi

Scoprite il meglio della pittoresca Germania meridionale in questo itinerario di sette giorni che unisce le città storiche con l'incanto e il divertimento delle Alpi bavaresi.

Prenota o personalizza questo Viaggio da Sogno. Contattaci al numero 800 822 005 (dall'Italia) o clicca qui per il Centro Prenotazioni a te più vicino.

Giorno 1: Stoccarda

Cominciate il vostro tour a Stoccarda, il centro culturale della Germania sud-occidentale. Stoccarda, situata nella valle del Neckar, pur vantando una ricca tradizionale industriale è molto verde, con boschi e vigneti che si estendono fino alla città. I suoi due musei d'arte più importanti dovrebbero essere ai primi posti del vostro itinerario: il Kunstmuseum Stuttgart ospita una serie straordinaria di opere del XIX e XX secolo, tra cui la collezione di Otto Dix più importante del mondo. Nella Neue Staatsgalerie troverete una vasta selezione di dipinti europei che attraversa un periodo di circa 550 anni, tra cui alcune opere del gruppo del Cavaliere azzurro. Le auto sono invece i capolavori in mostra al Museo Mercedes-Benz, dove chiunque provi un interesse per le auto potrà ammirare la collezione di veicoli curata dall'omonima casa automobilistica, che produsse il suo primo esemplare proprio a Stoccarda, nel 1902. La visita di Stoccarda diventa ancora più piacevole se l'epoca del viaggio coincide con uno dei tre principali festival della città. In occasione del Festival del vino, alla fine di agosto, gli appassionati si ritrovano per degustare le specialità regionali. La Festa della birra comincia a fine settembre e dura 16 giorni, ed è la seconda più importante della Germania dopo l'Oktoberfest di Monaco di Baviera. Nel mese di dicembre i visitatori apprezzeranno il vivace Mercatino di Natale.

Giorni 2-4: Monaco di Baviera

Da Stoccarda guidate fino a Monaco di Baviera, il vivace centro della Germania meridionale che annovera musei di fama mondiale, chiese e palazzi storici, splendidi parchi, concerti operistici e sinfonici, e, naturalmente, le celebri birrerie. L'Oktoberfest, che comincia a settembre e attira circa cinque milioni di gaudenti visitatori, è la più grande festa della birra d'Europa. (Se intendete visitare Monaco durante l'Oktoberfest, è indispensabile prenotare il vostro soggiorno in hotel con largo anticipo.)

Esplorate la zona circostante Marienplatz: vi sentirete subito a casa. Dall'alto del Neues Rathaus, il palazzo del municipio noto per il suo glockenspiel, si gode una buona vista del centro della città, compresa la vicina chiesa quattrocentesca Frauenkirche. Fate un tuffo nella storia al Residenz, un palazzo che dal 1385 al 1918 fu la dimora dei Wittelsbach, regnanti della Baviera. Gli appassionati d'arte possono dirigersi al Kunstareal, il quartiere dei musei, sede di tre importanti pinacoteche: l'Alte e la Neue Pinakothek, nonché la Pinakothek der Moderne. Le loro collezioni sono rinomate in tutto il mondo. Concedetevi una pausa passeggiando nell'Englischer Garten, il parco pubblico più antico del mondo. Una birreria all'aperto occupa la piazza vicino alla Chinesischer Turm, la torre cinese. Da qui si raggiunge in pochi passi il quartiere di Schwabing, dove si trova il ristorante Tantris premiato dalla Guida Michelin.

Svagatevi con una visita all'Olympiapark e al BMW Welt, il museo della BMW. Lo showroom della BMW è una struttura impressionante e futuristica, con una rampa a spirale dalle pareti di vetro che conduce a un ponte sospeso, collegato al museo e agli edifici della fabbrica. In alternativa potete visitare lo Schloss Nymphenburg, otto chilometri a nord-ovest del centro della città. Residenza estiva dei Wittelsbach, questo palazzo è uno dei più raffinati d'Europa. Ancora oggi, la Porzellan-Manufaktur-Nymphenburg produce qui le famose porcellane di Nymphenburg. Ritagliatevi il tempo per esplorare il parco di 200 ettari e l'Amalienburg, un tripudio di esuberanza rococò. Tornati a Monaco di Baviera, cenate con le specialità bavaresi dello Spatenhaus, ristorante e birreria con grandi finestre affacciate sul Teatro dell'opera. Monaco è rinomata a livello internazionale per la sua scena musicale, e uno spettacolo dell'Opera di Monaco di Baviera oppure un concerto della Filarmonica di Monaco di Baviera completeranno alla perfezione il vostro soggiorno.

Giorno 5: Tegernsee

Dopo i tesori culturali della città, è il momento di godersi gli splendidi panorami della Baviera. Da Monaco di Baviera guidate per 50 chilometri in direzione sud per trascorrere la giornata a Tegernsee, località termale e di villeggiatura sulle rive di un lago incantevole. In estate, il lago è ottimo per praticare il nuoto e la pesca; potete anche noleggiare una delle barche da diporto che solcano le sue acque. Se siete pronti per una salutare escursione in montagna, in circa due ore potete raggiungere la cima del vicino Baumgartenschneid, una vetta delle Alpi bavaresi di modesta altezza. Per il pranzo o la cena visitate il complesso di edifici chiamato Schloss Tegernsee, sede dell'eccellente Herzoglich Bayerisches Brauhaus Tegernsee, uno dei birrifici più antichi della Germania.

Giorno 6-7: Alpi bavaresi e castelli fiabeschi

Un viaggio nella Germania meridionale non potrebbe dirsi completo senza una visita a uno dei "castelli delle fiabe" di re Ludwig II e una gita allo Zugspitze, la vetta più alta della Germania. Un itinerario in auto, breve (meno di 80 chilometri) ma molto panoramico, vi porta da Tegernsee a Garmisch-Partenkirchen, città gemelle alle pendici delle Alpi bavaresi. Se c'è neve, dirigetevi al famoso Olympia-Skistadion, con i suoi due trampolini e la pista da slalom (qui il 1° gennaio di ogni anno si disputa la Coppa del mondo di salto con gli sci). Per una vista spettacolare delle Alpi bavaresi e tirolesi (già in territorio austriaco), compite un'escursione fino alla vetta del famoso Zugspitze, la montagna più alta della Germania (2.962 metri). L'intero percorso da Garnisch in ferrovia a cremagliera e seggiovia richiede circa 40 minuti.

Dedicate gli ultimi giorni di viaggio a visitare la regione, in special modo i due castelli reali bavaresi di Hohenschwangau e Neuschwanstein. Schwangau, dove sorgono entrambi, si raggiunge con facilità. Hohenschwangau è il più intimo dei due. Era un rudere con 600 anni di storia quando il principe ereditario Massimiliano II lo acquistò nel 1832. Sulle rovine fece erigere il castello neogotico visibile oggi, usandolo come residenza estiva. La sala del Cavaliere del cigno, così chiamata per i dipinti murali raffiguranti la saga di Lohengrin, è una delle stanze più belle del castello. Nelle vicinanze si trova l'attrazione turistica più visitata della Germania: Neuschwanstein, il castello delle meraviglie del figlio di Massimiliano, re Ludwig II (è bene arrivare presto per non incappare in lunghe code, soprattutto d'estate). Lo studio è decorato con scene ispirate alla leggenda medievale di Tannhäuser, mentre nella camera da letto un dipinto murale raffigura la leggenda di Tristano e Isotta. Un consiglio: nel mese di settembre, nella sala dei Maestri cantori si svolgono concerti dedicati a Wagner.

close
Dove vuoi andare?

Selezionare la data di arrivo

Selezionare la data di check-out

Cerca
  • Camera:

Chiudi