Irlanda

sette giorni sull'Isola di Smeraldo

Benché sparse nel verde paesaggio dell'Irlanda, le principali attrazioni dell'isola — la città di Dublino e le contee di Cork, Kerry, Limerick, Galway e Mayo — possono essere visitate con un viaggio di una settimana. Bisogna solo prestare attenzione ai greggi di pecore sulle strade!

Prenota o personalizza questo Viaggio da Sogno. Contattaci al numero 800 822 005 (dall'Italia) o clicca qui per il Centro Prenotazioni a te più vicino.

Giorni 1-3: Dublino

Un celebre detto di James Joyce afferma: "Quando morirò, porterò Dublino scritta nel mio cuore". Attraversata dal fiume Liffey e arricchita da nobili edifici e piazze in stile georgiano, la città ha un forte impatto emotivo sui visitatori. "Gente di Dublino" di Joyce è l'opera da leggere per prepararsi al viaggio. Acquistatene una copia alla libreria Books Upstairs di Dublino.

Una passeggiata a piedi nella città permette di ammirarne i simboli architettonici: la Banca d'Irlanda, la Cattedrale della Santissima Trinità, il Palazzo della Dogana e le Quattro Corti, il General Post Office (luogo della rivolta di Pasqua del 1916), e le piazze Merrion e Fitzwilliam. Da non perdere i musei Hugh Lane (con lo studio interamente ricostruito di Francis Bacon), la Galleria nazionale d'Irlanda, il Museo nazionale di storia e arti decorative d'Irlanda, il Little Museum, il Museo nazionale di archeologia, il Dublinia, adatto ai bambini, e la Casa numero 29, edificio in stile georgiano completamente ristrutturato. Il Kilmainham Gaol descrive la storia del sistema penale irlandese.

Fondato nel 1592, il Trinity College ha formato scrittori come Jonathan Swift e Oscar Wilde, per questo non sorprende che sia la sede di una delle biblioteche più famose al mondo, la Old Library, che ospita il Libro di Kells e più di cinque milioni di altri volumi.

L'arte irlandese, nelle sue espressioni tradizionali e nelle ricerche contemporanee, ha assistito a una recente impennata di popolarità, dovuta in parte alla cura e all'attenzione delle gallerie cittadine. Opere d'arte contemporanea sono esposte alle gallerie Green on Red, Kerlin Gallery e Sebastian Guinness Gallery; i dipinti dal XVIII al XX secolo sono invece la peculiarità di The Oriel Gallery. Turisti e residenti possono godersi una pausa pomeridiana al Butlers Chocolate Café e al Queen of Tarts. Altre due mete piacevoli sono la fabbrica Guinness e la distilleria Old Jameson; per comprare un po' di whiskey da portare a casa, visitate il Celtic Whiskey Shop & Wines.

Molto rinomato è anche il panorama culinario di Dublino, in costante ascesa, anche grazie ai suoi pub, senza dubbio tra i più vivaci d'Europa. Tra i ristoranti da sperimentare vi sono il Restaurant Patrick Guilbaud, con due stelle Michelin, L'Ecrivain o il Chapter One per una serata in grande stile, il Thornton's Restaurant o il Greenhouse Restaurant per la cucina irlandese contemporanea, e The Winding Stair, un luogo accogliente sulla riva del fiume. Si dice che la Guinness abbia un sapore migliore a Dublino: sorseggiatela nei pub più rinomati, come il Long Hall, in autentico stile vittoriano, il tradizionale McDaid's, il John Kehoe's, che vanta una vista mozzafiato della città dal suo ultimo piano, il tranquillo Palace Bar, il Gravity Bar o il pub più antico della città, il Brazen Head.

La tradizione orale e i racconti sono sempre stati particolarmente venerati nella cultura irlandese. Si consiglia ai visitatori di acquistare con sufficiente anticipo i biglietti per gli spettacoli dei teatri Project, Abbey Theatre e The Gate Theatre.

Giorni 4-5: Contea di Kerry

Killarney è raggiungibile in tre ore e quarantacinque minuti d'auto; concedetevi una sosta per il pranzo o per una dimostrazione di cucina presso la leggendaria Ballymaloe Cookery School. In alternativa si può pranzare più avanti, lungo la strada per Cork, al Ballyvolane House o al Farmgate Café.

Il paesaggio mozzafiato della Contea di Kerry vanta una combinazione spettacolare di laghi e montagne lambiti dall'oceano Atlantico. A causa della sua lontananza la contea è rimasta relativamente isolata, per cui offre uno degli esempi più puri e intatti di linguaggio e cultura irlandese, particolarmente evidenti nella vittoriana Muckross House. Chi ama l'aria aperta potrà passeggiare lungo Kerry Way, Dingle Way o Beara Way, oppure praticare escursioni in bicicletta o a cavallo sul Ring of Kerry. È possibile organizzare una visita pomeridiana in barca alle Isole Skellig, particolarmente indicata nei giorni di bel tempo.

Giorni 5-6: Contea di Limerick

Adare si raggiunge in un'ora e venti minuti di guida in direzione nord-est. Lungo la strada, mettete alla prova la vostra fortuna con una visita all'ippodromo di Limerick. In alternativa, gli amanti del golf potranno deliziarsi con le fantastiche offerte del posto, tra cui l'Adare Manor Golf Course, sorto intorno a un'abbazia francescana del XIV secolo. Si può anche andare a pesca nel vicino fiume Maigue.

Godetevi il pranzo nel tranquillo e lussuoso Mustard Seed at Echo Lodge prima di esplorare la ricca storia del Paese visitando i castelli di Carrigogunnell, Adare e King John's, di epoca vichinga.

Da oltre un secolo e mezzo, il sabato mattina si tiene l'imperdibile Milk Market, con prelibatezze gourmet provenienti direttamente dalle fattorie. Se avete assaporato qualche cioccolatino artigianale di troppo, dirigetevi alle Cliffs of Moher, un parco patrimonio mondiale dell'UNESCO che offre favolose escursioni.

Giorni 6-7: Contea di Mayo

Guidate per tre ore fino all'Ashford Castle, fermandovi lungo la strada per ammirare la duecentesca abbazia di Corcomro. Mayo è famosa per gli eccellenti trekking e le escursioni a cavallo, in particolare nel parco nazionale del Connemara o al Croagh Patrick, accanto ai pellegrini religiosi. La regione è punteggiata dei tristi ricordi legati alla Grande carestia irlandese, a causa della quale un milione di persone morì e un altro milione lasciò il paese. La Contea di Mayo fu duramente colpita dall'epidemia; sono tuttora visibili le rovine di case e villaggi abbandonati, degli ospizi e delle tombe. Tra i reperti più antichi vi sono quelli di epoca neolitica, come le tombe megalitiche e i cerchi rituali di pietra.

Molte abbazie della zona forniscono buoni esempi di fortificazioni dell'VIII secolo, quando gli irlandesi dovettero proteggersi dalle incursioni vichinghe: tra le torri circolari più celebri vi sono Aughagower, Balla, Killala, Turlough, Ballintubber e Meelick.

Sostate per il pranzo al Cronin's Shebeen, a Westport. Sorseggiate un drink ammirando il panorama dal Lishloughrey Lodge, oppure, dopo cena, godetevi un boccale di birra al Matt Molloy's Pub, dove potrete ascoltare la tipica musica irlandese.

Partenza dagli aeroporti di Knock o Shannon.

close
Dove vuoi andare?

Selezionare la data di arrivo

Selezionare la data di check-out

Cerca
  • Camera:

Chiudi